Archivio notizie

Dipingi il tuo sport

Pubblicato in Pistoia Basket School - 2016-10-31 18:21:00

Si è conclusa sabato 29 ottobre l’iniziativa DIPINGI IL TUO SPORT (un concorso grafico per le scuole primarie e per le secondarie di I grado per gli studenti di Montecatini Terme) con ospite anche il nostro Giacomo Galanda.

L’intento principale era quello, cogliendo spunto dal recente svolgimento in Brasile delle Olimpiadi e della Paralimpiadi, di promuovere la conoscenza anche di quelli che spesso, con una venatura di valutazione riduttiva, vengono definiti dai media  “sport minori” .  

Tutti i disegni sono stati esaminati dividendoli fra quattro giurie di Azzurri (quattro per giuria) a livello nazionale. Fra i giurati citiamo fra di loro 2 medaglie d’oro olimpiche (Livio Berruti nel 1960 a Roma nei 200 m, Marcello Bartalini nel 1984 a Los Angeles, nel ciclismo, inseguimento a squadre). La giuria che ha esaminato 20 disegni fra medie ed elementari, era composta da noti campioni del pistoiese (Giacomo Galanda, Andrea Niccolai, Alice Nesti, Massimo Mei, Gabriele Magni).

Grandissima la soddisfazione dei ragazzi che hanno poi ricevuto i premi (diplomi e piccoli cadeaux) dalle mani di  grandi campioni e dall’assessore Helga Bracali. Nell’occasione si è colta l’opportunità di premiare, con un diploma al merito, il liceo Coluccio Salutati che in una precedente iniziativa a livello nazionale, un concorso letterario sul tema SPIRITO OLIMPICO, svoltasi in primavera con premiazione a Firenze dei vincitori in aprile, ha visto due suoi allievi “guadagnarsi il podio” con il secondo e terzo posto, ed altri tre nel gruppo dei primi quindici premiati.

DIPINGI IL TUO SPORT è stato organizzato da A.N.A.O.A.I e  COMUNE MONTECATINI con il patrocinio di CONI PISTOIA, il cui presidente, Gabriele Magni, si è impegnato a far nascere il prima possibile una sezione Azzurra anche in provincia di Pistoia, visto il numero elevato di atleti aventi titolo che vi risiedono.

Una giornata positiva per tutti, quella del 29 ottobre, per la quale bisogna dire un grazie di cuore, per primi,  a tutti gli studenti partecipanti, ai loro insegnanti e ai dirigenti delle scuole interessate.

 

 

 

 

 

 

Commenti